La Madre General envía misionera para Cuba

Nuevas Misioneras

Alla Buonanotte del 31 gennaio, la Madre ha incontrato la comunità di Casa generalizia e ha comunicato la destinazione delle sei Neo-missionarie, ringraziando per l’accompagnamento, la preghiera e la condivisione di vita. «Cosa fa essere una missionaria? L’amore che ha nel cuore rende missionarie, non ciò che fa e dove lo fa. Dà fecondità alla nostra vita l’amore che Gesù mette nei nostri cuori e che noi possiamo riversare sugli altri. Il carisma cresce grazie al dono generoso delle Ispettorie e la risposta coraggiosa di queste nostre sorelle è segno che è possibile, un piccolo seme che cresce e porta frutto là dove il Signore manda».

Le neomissionarie hanno poi ringraziato per il dono ricevuto e con il canto hanno testimoniato la gioia di andare in tutto il mondo a condividere e spargere ovunque l’amore di Dio, soprattutto in mezzo ai più poveri.

Suor Alaide Deretti, Consigliera per le Missioni, ha successivamente raggiunto con una lettera le Ispettrici delle Ispettorie di origine e di destinazione delle Neo-missionarie. Ha ringraziato per la generosità con cui hanno dato a queste sorelle la possibilità di rispondere alla chiamata del Signore alla vocazione missionaria ad gentes e ha assicurato che da questo gesto concreto, segno di uno sguardo allargato, ci sarà una fioritura di vocazioni, sia per le Ispettorie che hanno inviato, sia per quelle che riceveranno una neo-missionaria, perché «il Signore continua a chiamare sempre chi Lui vuole, quando e come vuole».

A tutte le Ispettorie, la Consigliera ha rivolto l’augurio che «in ogni nostra Comunità possa crescere la passione del Da mihi animas cetera tolle per una rinnovata missionarietà».
Le Neo-missionarie continueranno il loro percorso formativo fino al mese di giugno, frequentando alcuni corsi formativi presso la Pontificia Università Urbaniana, partecipando ad incontri presso la Casa di Spiritualità Madre Ersilia Canta e in Casa generalizia, realizzando le loro esperienze apostoliche nella Comunità di Sant’Egidio e nella parrocchia salesiana Nostra Signora della Speranza.

About the Author:
Llegamos al país en el 1937, para la educación y evangelización de los jóvenes
Posted in Noticias de vidaTagged